20150716_212618 modOggi vi voglio raccontare la mia ultima scoperta : una passeggiata sopra le terrazze di Galleria Vittorio Emanuele : Highline galleria.
Non so se a voi è mai capitato di visitare una città dall’alto, si vedono prospettive mai viste e angoli sconosciuti, anche  Milano dall’alto ha un altro fascino .Ci si sente un pò più alti e si inizia a sognare ..Prima però di salire sulle terrazzedella Galleria per entrare meglio nell’atmosfera è  d’obbligo una passeggiata che parte da Piazza Duomo e prosegue in Galleria Vittorio Emanuele .
La Galleria ha una bella storia, degna di essere raccontata, vicende legate addirittura alle origini dello stato italiano perché la sua costruzione fu voluta proprio nel periodo unitario appena gli austriaci andarono via da Milano. Siamo in pieno Risorgimento e in  seguito alle guerre d’inidipendenza tra l’esercito austriaco e i franco piemtontesi anche Milano e il territorio lombardo vengono liberati e annessi al Regno sabaudo.VictorEmmanuel2 Ecco quindi spiegata la dedica della Galleria a Vittorio Emanuele II il primo re degli italiani, un re un pò basso e con dei magnifici baffoni.
A lui è dedicata anche la statua in piazza , il re è rappresentato a cavallo ed è lui l’unico protagonista in piazza Duomo oltre ovviamente al Duomo.20150714_111558 mod
Prima di salire sulle terrazze è possibile rivivere l’atmosfera che c’era in Galleria, attraverso la storia delle sue decorazioni e dei suoi protagonisti.
Magnifiche le ricche decorazioni a mosaico, al centro del pavimento  lo stemma di casa Savoia , nelle lunette dell’ottagono sono raffigurati i   quattro continenti Africa, Europa, Asia, America , dipinti  da maestri di Brera.
E poi le decorazioni di grottesche, stucchi, lesene, cariatidi,  infine aquile imperiali che nascono i dettagli strutturali.
Le insegne dei negozi , dei bar e dei ristoranti che devono essere tutte dorate su sfondo nero, guai a chi sgarra perchè la Galleria è il salotto di Milano.

20140619_135857 mod

Attorno al simbolo della casa Savoia i simboli delle altre città italiane ,il giglio di Firenze, la lupa di Roma, lo scudo del comune di Milano e il toro di Torino. Quest’ultimo poi è oggetto di una consuetudine particolare. Si dice infatti che porti bene pestare con il tallone le parti intime del toro  compiendo un mezzo giro. Puntualmente queste parti basse vengono risistemate. Rivalità con Torino a parte che ebbe l’onore di essere la prima capitale del Regno d’Italia una passeggiata in Galleria di giorno è affascinante ma di sera assume un altro significato. Un tempo  era infatti salotto di incontri , luogo di ritrovo e feste, proprio qui le dame milanesi passeggiavano, proprio qui si ritrovano i politici, gli intellettuali e i milanesi amanti della musica al termine delle prime della Scala . Si discuteva di  arte e politica , dei temi attuali . Proprio qui nel salotto di Milano si ritrovavano anche i Futuristi , celebre è il quadro di Rissa in Galleria di Umberto Boccioni  ora esposto al Museo del 900 che raffigura la Galleria Vittorio Emanuele. 250px-Rissa_in_galleria_boccioni_1910

La passeggiata sulle terrazze Highline galleria è una splendida occasione per ammirare la galleria in tutto il suo splendore, infatti è appena stata restaurat. Il restauro è durato solo un anno e sono stati utilizzati dei ponteggi speciali movibili per permettere alle differenti attività di non subire interruzioni e pause.
Si sale su  un ascensore trasparente e si accede alle terrazze da cui si ammira lo skyline di Milano. Appena arrivati sulla sinistra in basso Piazza Duomo , l’Arengario e Terrazza Martini , poi via Torino e i vari profili delle chiese e degli edifici storici .
Lentamente il sole cala e la città si tigne di rosa, dietro svettano le guglie del Duomo, e le venature del marmo di Candoglia risaltano particolarmente.
Sembra di essere in vacanza, ci si scorda un attimo che è luglio che è stata una settimana afosa e stasera le vacanze forse sono più vicine di quello che sembra.
Il caldo si è fatto meno opprimente ed è come un gioco riconoscere i profili delle chiese e dei palazzi, “..eh si quello è proprio il Castello ma è così attaccato alla Torre Branca.. no è l’ottica che inganna”.
Sembra tutto vicino, come un piccolo villaggio.
La cupola intanto veglia da vicino i milanesi che si riscoprono turisti nella loro stessa città così bella .

20150716_212553 modLa cupola costruita in ferro e vetro a fine ‘800, è tipica dell’ architettura di quel periodo.  Se pensiamo che la Galleria già nel 1865 era il salotto di Milano  prima ancora della costruzione della  Torre Eiffel (1889) ,possiamo solo che essere orgogliosi!

Buona notte allora Milano bella dall’alto delle terrazze stasera mi sento già in vacanza..

p.s Viaggio sotto casa ha inaugurato con highline galleria le prime visite guidate, Anche a settembre e ottobre faremo altre uscite,  se siete interessati scrivetemi pure questa mail : arienta.alice@gmail.com

Share This: